La Forma della Voce – Il bullismo trattato in maniera magistrale

La prima cosa da dire su La Forma della Voce (A Silent Voice in inglese, 声の形 in giapponese) è: guardatelo! L’ho trovato davvero bellissimo in ogni sua parte, con personaggi molto realistici e capace di trattare con attenzione il delicato argomento del bullismo, senza però rinunciare a far fare al pubblico un paio di risate. E’ un film che è entrato nei primi posti della mia classifica personale, e chi mi conosce un po’ sa quanto sono esigente quando si parla di cinema ed animazione!

I nostri due protagonisti sono Shouya Ishida e Shouko Nishimiya ed iniziamo a conoscerli da bambini. Lui è un bambino come tanti, con qualche amico pensa solo a divertirsi e rompere qui e là le regole. Lei invece è una bambina sorda, che arriva nella stessa classe di Shouya e cerca di inserirsi con tutte le ovvie difficoltà del caso. Ben presto Shouko diventa bersaglio degli scherzi di Ishida, che via via diventano sempre più pesanti fino a costringerla a ritirarsi da scuola. Shouya viene quindi abbandonato dai suoi amici e tacciato di essere un bullo, condizione che si porterà avanti anche nelle scuole superiori. Questo lo porterà a vivere una situazione molto simile a quella che lui stesso ha imposto a Shouko.

Contrariamente da quanto pensavo prima di andare a vederlo, Koe no Katachi non è un film che vuole sensibilizzare nei confronti delle persone sorde. La sordità di Nishimiya è solo il tipo di debolezza scelta per la storia, poteva essere una debolezza di un qualsiasi altro tipo. Il focus del film è sul bullismo e tutti i meccanismi mentali che si innescano nelle vittime a causa di esso. Questo film ti prende il cuore in mano e lo culla, solleticandolo per farti ridere ma anche stringendolo per ricordati che bullismo e suicidio sono argomenti davvero spinosi e fin troppo diffusi.

La regia è davvero notevole, a partire da quelle X che si vedono di tanto in tanto sulle facce delle persone vicino Ishida, a tante altre inquadrature davvero spettacolari. Il tutto sposato perfettamente da una colonna sonora veramente fantastica, in cui regna sovrano il pianoforte.

Ora aspetterò pazientemente l’uscita del dvd in modo da potermelo guardare in lingua originale. Chi l’ha visto in giapponese mi ha detto che il doppiaggio italiano non è stato particolarmente azzeccato, quindi sono particolarmente curioso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...