Re:Creators – Di come i personaggi incontrano i propri creatori

  • Titoli: Re:Creators
  • Genere: Fantasy, azione, sci-fi
  • Anno: Primavera/Estate 2017
  • Produttore: Aniplex, Magic Capsule, Shogakukan, ABC Animation
  • Il miei tre personaggi preferiti:
    • Mamika Kirameki: Lei è una magical girl di un manga per bambine e ragazzine. Ed è singolare come sia uno dei personaggi con più testa di tutta la serie 😀 A parte la primissima apparizione, mi è piaciuto davvero tanto come personaggio per via delle riflessioni che fa. Ed è anche parecchio forte: ad un certo punto della serie riesce a tenere a bada quasi tutte le creazioni da sola.
    • Yuuya Mirokuji: E’ il nemico finale di un manga, ed è un personaggio estremamente figo. Si unisce ben presto al gruppo delle creazioni che si oppongono ad Altair e lo fa con uno stile tutto suo.
    • Gigas Machina: Ok non è un vero e proprio personaggio, ma questo robottone è stupendo! Il suo pilota non mi esalta, ma il mecha è notevole. Ed è bello come, specie nelle prime fasi dell’anime, quando arriva tutti hanno strizza.

  • Il miei personaggi più odiati:
    • Souta: Il protagonista dell’anime che, come fin troppo stesso accade, è inutile e si da’ più importanza di quello che dovrebbe. E’ davvero tedioso come personaggio fino alla fine.
    • Makan Chikujouin: Una creazione che vive di bugie e inganni. E’ seriamente fastidiosa e fin troppo coriacea… Mi ha dato noia in ogni scena in cui era presente.
    • Altair: La nemica principale della serie, non mi è piaciuta a dire il vero… Non so, mancava di qualcosa (forse voluto visto che è una creazione un po’ a metà, e non dico altro per non fare spoiler). Non riesco proprio ad entrare nel suo schema mentale per riuscire a reputarla una “cattiva” interessante.
  • Voto: 9

Superare le prime tre puntate di quest anime è stato seriamente difficile. All’inizio è quasi un monologo di Meteora che fa supposizioni su cosa stia succedendo, ed è davvero noioso… Ma quando poi ingrana, quest’opera diventa davvero notevole. Una bella trama, personaggi ben caratterizzati pur trattandosi di stereotipi, e combattimenti davvero di intrattenimento.

Andiamo con ordine però: la trama. Nel mondo reale Souta, il nostro protagonista, si imbatte (o meglio si trova in camera) due personaggi rispettivamente di un videogioco e di un anime: Meteora, una maga, e Selesia, una combattente. Senza capire bene che succede, si trova coinvolto in uno scontro tra queste e Altair, una creazione misteriosa di cui non conosce molto. Da lì in avanti, incontrerà altre creazioni e insieme cercheranno di raggiungere e far loro incontrare i rispettivi creatori. Gli scontri tra le creazioni sono sempre ben oltre ciò che nel nostro mondo è “normale” ovviamente, e questo attirerà l’attenzione del governo e dell’esercito. Nascerà così una collaborazione per cercare di fermare il gran casino che starà succedendo. Le creazioni si spaccheranno in due gruppi ben distinti: Selesia ed altri collaboreranno col governo per fermare tutto quello che sta accadendo, Altair e altre creazioni cercheranno di continuare a sovvertire l’ordine naturale delle cose.

Altair – L’antagonista principale

Perché ho parlato di sterotipi in apertura? Perché in fondo le creazioni che vedremo sono i personaggi classici di anime, manga e videogiochi. Abbiamo la maga fantasy, la magical girl, la ragazza di un dating sim, etc etc. Quindi ruoli piuttosto classici e, a conti fatti, in sé un po’ piatti. Quello che è stato vincente di quest anime secondo me è stato rendere ciascuno di questi personaggi davvero molto interessanti nonostante lo stile classico a cui appartengono. Molto carine anche le interazioni tra loro e i loro creatori, ognuna fatta a modo suo.

Lo consiglio tantissimo: è un anime da vedere e che rompe un po’ di regole classiche. L’inizio può essere un po’ noioso, ma poi diventa davvero entusiasmante. Alcune puntate le ho guardate due volte di fila per godermi al meglio i combattimenti che son fatti davvero bene. Altro punto di forza è far confrontare personaggi di stili completamente diversi: fantasy contro sci-fi in primis.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...