Notch The Innocent LunA: Eclipsed SinnerS – Ecco come NON fare un videogioco

Credo sia il primo articolo su questo blog in cui parlo male di qualcosa! Il che è strano, perché quando si tratta di film, anime e via dicendo, sono estremamente critico. Vuol dire che quest anno alla fin fine ho visto solo cose belle! Quindi finiamo l’anno parlando male di qualcosa. Questo gioco è spazzatura, ma proprio da buttare via. Questo gioco non vale neanche uno dei centesimi dei 5 euro che costa. Dovrebbero pagare la gente per giocarci…

20160918001945_1

Il guaio di questo gioco infatti non è nella realizzazione tecnica, anche perché parliamo di una novel. La trama anche è abbastanza interessante come concept, è lo sviluppo il problema. Vorrebbe essere una novel horror, ma risulta veramente ridicola. Il tutto grazie alle reazioni del nostro protagonista (e marginalmente degli altri personaggi) che sono assolutamente fuori luogo. Ecco alcuni esempi delle reazioni umane di questo gioco:

  • Il nostro protagonista trova un corpo fatto a pezzi e con le viscere di fuori nel bosco e, tornato in città, si chiede cosa dovrebbe fare. La cosa più intelligente che trova da fare è non dire niente a nessuno e indagare di più (manco fosse csi). Ma tipo andare dalla polizia? Avvertire i propri genitori? No, troppo mainstream.
  • Torna infatti il giorno dopo nel bosco dove ha trovato questo cadavere, ma la sua migliore amica insiste di volerlo accompagnare. Lui non vuole dirle niente per non turbarla. Così trova più intelligente portarla nel bosco dove è stata massacrata una persona, non dirle niente per non farla preoccupare e lasciarla lì da sola davanti a una capanna dove il giorno prima ha trovato una mano mozzata. Così lui può indagare senza turbare la sensibilità della fanciulla.
  • Dopo che la sua amica in questione è stata accoltellata nel bosco (ma va?), la porta a casa da sua madre e la fa medicare. (qui apro una parentesi: la trova svenuta a terra e se la porta in spalla fino al paese a casa sua senza accorgersi che è stata accoltellata in pancia, glielo dice sua madre!) Un rapitore nottetempo irrompe in casa e la porta via e lui si getta all’inseguimento. Finisce ovviamente nel bosco, dove perde di vista il rapitore ma trova in compenso un’altra ragazza che sta venendo aggredita. La “salva”, nel senso che quando lui arriva vicino l’aggressore se ne scappa, e cosa fa? La riporta in paese? Nah! Se la porta appresso nel cercare il rapitore. Va beh può starci, la sua migliore amica è in pericolo, che lui voglia proseguire è plausibile a tratti.
  • Questi due mentecatti realizzano di essere stanchi e privi di energie. Quindi tornano in paese rinunciando? Ma ovviamente no! Il protagonista pensa che è decisamente meglio usare la famosa capanna dei giorni precedenti (dove all’interno lui sa che ci sono pezzi di persone) per farsi una dormita e la mattina dopo riprendere a cercare il rapitore. Non commenterò il fatto che forse con la tua migliore amica in punto di morte e rapita, in un bosco in cui gira uno che sventra le persone, il tuo ultimo pensiero probabilmente sarebbe farti un pisolino. Quindi il nostro baldo giovane porta la nuova conosciuta nella capanna dove spera che lei non senta la puzza dei corpi in decomposizione.

Questi sono solo alcuni esempi (non gli unici, i più salienti) accumulati nelle mie due ore di gioco. Ovviamente non ho finito la novel, magari salta fuori che è tutto un sogno e quindi tutte queste cose assurde hanno senso d’esistere… Ma dopo due ore si dovrebbe già capire. Non puoi pensare che qualcuno vada avanti a sorbirsi questo schifo senza una spiegazione plausibile.

20160918101030_1

Come potete vedere, questa robaccia non può esistere. Faticherebbe ad essere plausibile in un mondo fantasy dove il protagonista ha super poteri, ma qui, almeno inizialmente, il protagonista è una persona del tutto normale. Uno studente. Nessuno, neanche il più psicotico o rimbambito dei ragazzi, reagirebbe in questa maniera di fronte a queste situazioni. E qui si raggiunge un punto focale di ogni media che cerca di raccontare una storia, che sia un videogioco, un film, un anime, un libro o un racconto: la sceneggiatura. Puoi creare la cosa più bella del mondo graficamente, o scritta nel miglior modo possibile, ma se i tuoi personaggi non sono credibili butti tempo e fatica nel cesso e tiri lo sciacquone. Questo perché i personaggi e le loro reazioni sono le fondamenta su cui si costruisce una storia…

Tutto ciò per dire: non comprate questo gioco, son soldi buttati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...