Sunrider – Visual novel e strategia ad esagoni tra robottoni e spazio

Love in Space in realtà non è una software house del Giappone, quindi forse non dovrebbe starci in questo blog. Tuttavia tratta un genere di videogiochi molto diffuso da quelle parti: le visual novel. Quindi pur non essendo di firma nipponica, volevo comunque parlare di questo bel gioco che nello stile è giapponese in tutto e per tutto. Anche perché il primo capitolo è gratuito, quindi potete provarlo senza spendere un solo euro! Il concept è molto simile a quello di Gundam Seed, lo capirete poi leggendo la trama.

Questo è un genere di giochi che mi piace molto e che comunque, essendo molto discorsivo, saprebbe portare la gente a leggere un po’ di più anche in occidente… se solo le traducessero.  Purtroppo in occidente hanno pochissimo mercato, anche se su Steam qualcuna si inizia a vedere per fortuna! Le visual novel si distinguono un po’ per non avere grossi sistemi di gameplay o animazioni. Tante volte sono immagini di sfondo statiche con il testo che compare man mano sopra, risultando in tutto e per tutto come un libro. Poi ci sono magari scelte di trama che portano a diversi finali, oppure componenti un po’ più arcade. Nel caso di Sunrider, la parte arcade è realizzata con un sistema di combattimento di strategia ad esagoni.

Sunrider-Battaglia

Iniziamo a parlare di questa componente del gioco. Nel procedere della trama affronteremo queste battaglie con obiettivi diversi (annientare i nemici, sopravvivere tot turni, scortare delle navi, etc). Il sistema di combattimento è a turni, quindi prima muoverà la Sunrider e tutti i suoi Ryder (i robottoni che ci portiamo appresso), e poi i nemici. Il sistema è carino anche se può risultare un po’ ripetitivo e semplice, soprattutto in Mask of Arcadius, il primo capitolo. Tra una battaglia e l’altra, oltre il progredire della trama, potremo anche comprare potenziamenti per la Sunrider e tutti i Ryder, personalizzandole un po’ lo stile di combattimento, i punti di forza e le debolezze.

Sunrider-Party

Quello che mi è piaciuto più di tutto di Sunrider però è il character design. E’ fatto davvero bene, è uno stile che mi piace molto. La trama tende un po’ all’harem, anche questa è una cosa tipicamente giapponese XD Comunque è bella da seguire, anche se le scelte non saranno mai molto influenti sul proseguire del gioco. Venendo alla trama, noi impersoneremo il capitano Kayto Shields, a cui viene assegnato il comando della Sunrider, una nave da guerra adibita al trasporto di Ryder. Il primo ufficiale di Shields sarà Ava Crescentia, una sua amica d’infanzia e compagna d’accademia. Senza neanche il tempo di fare il volo di prova, la Sunrider è costretta ad abbandonare il pianeta di Cera senza nemmeno un Ryder a bordo. Il mondo di Shields è stato infatti attaccato dalle forze di Pact, guidate da Arcadius. Durante i suoi viaggia la Sunrider riesce a mettere insieme un equipaggio di Ryder e piloti davvero notevole (tutte donne, ovviamente!).

La serie di Sunrider è attualmente suddivisa in tre prodotti:

  • Sunrider Mask of Arcadius: comprende il primo e secondo capitolo della trilogia ed è scaricabile gratuitamente su Steam.
  • Sunrider Liberation Day: terzo capitolo e comprendente il DLC gratuito [RE]turn, sempre su Steam però a pagamento.
  • Sunrider Academy: è un dating sim con i personaggi della serie, slegato dalla storia vera e propria del gioco. Anche questo è un gioco a pagamento su Steam.

Facendo un po’ un sunto Mask of Arcadius è un’introduzione al gioco vero e proprio. Anche la trama è semplice e si capisce che è solo introduttiva, e nei combattimenti ad ogni attacco dei Ryder corrisponde un’animazione, che a lungo andare può essere un po’ noioso. Liberation Day invece mi è piaciuto tantissimo sotto ogni punto di vista, anche nel finale che ho personalmente adorato. Con il DLC [RE]turn, Love in Space ha voluto modificare quel finale e, secondo me, mettere un fermo alla saga. Nel DLC tra l’altro non avremo alcuna battaglia, ma solo scelte che decreteranno il finale, e possibili romance con tutte le fanciulle della nave. Ci sono davvero molti finali tra positivi e negativi con il DLC. Cosa che mi è piaciuta davvero tanto di questo contenuto extra, è che gli scontri sui Ryder sono stati descritti a parole molto bene.

Sunrider-BlackJack

Per concludere mi sento solo di dire che mi è piaciuto tantissimo il personaggio di Asaga ed il suo Ryder: il Black Jack. Non è nulla di nuovo come schema comportamentale, tuttavia l’ho trovata divertente come caratterizzazione.

Sunrider-Asaga

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...