Anki – Il miglior amico per gli studiosi di lingue

Anki è un ottimo strumento che ho conosciuto grazie ad Hanami Blog (sito tra l’altro consigliatissimo per chi vuole affrontare lo studio del Giapponese!). Funziona sul sistema delle carte, ossia si possono creare ed importare dei dizionari in cui il fronte di una carta contiene del testo e il retro un’altra. E’ utilissimo per farsi il vocabolario secondo me, mi ha davvero salvato la vita (prima usavo un excel che le estraeva casualmente da una lista da me compilata). Il lato molto positivo è che in base alle risposte viene organizzato lo studio. Quando si rovescia una carta infatti si può dare una valutazione su quanto è stato difficile riconoscerla, ed in base a quello verrà riproposta più o meno frequentemente. C’è sia per computer, che per Android che per Iphone. Se lo si usa su più di un dispositivo, consiglio di creare l’account online di modo che tenga sincronizzati sia i dizionari che le sessioni di studio.

A fronte di un impegno di 5-15 minuti al giorno, si riescono ad imparare davvero un sacco di parole. E’ stato sorprendete!

La cosa più utile è poter importare dizionari già fatti. Importare un dizionario già fatto è molto semplice: basta fare “importa file” (come vedete qui a sotto) in Anki e sceglierlo. Di tanto in tanto li aggiornerò per correggere gli errori nelle carte già create magari, tenete d’occhio la versione!

anki-1

Un po’ più complicata è l’importazione di nuove parole (sono dei comuni file di testo .txt). Il file di testo deve essere in formato UTF8 per poter essere importato. Quindi io di solito me lo preparo in excel con nella prima colonna il kanji della parola, nella seconda parola la lettura in furigana e nella terza la traduzione italiana. Poi lo salvo come formato testo unicode, lo apro con blocco note e lo risalvo scegliendo formato UTF8. Fatto tutto ciò, bisognerà sempre andare sul pulsante “importa file”, ma quando gli daremo in pasto il file txt degli aggiornamenti ci verrà presentata questa nuova maschera:

anki-2

Bisogna fare molta attenzione a scegliere il mazzo di destinazione giusto! Altrimenti si mischiano le carte e poi vien lunga correggere. Quindi se stiamo importando l’aggiornamento delle parole jap-ita dovremmo cambiare la voce mazzo e assicuraci di scegliere jap-ita.

Spero che sia tutto chiaro e di fare un favore a qualcuno postando i miei mazzi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...